fbpx

REGOLAMENTO GENERALE

  1. Sono istituiti con cadenza annuale i Premi nazionali Rhegium Julii per la narrativa, saggistica, giornalismo, poesia, studi meridionalistici intitolati rispettivamente a Corrado Alvaro, Leonida Repaci, Rastignac (alias Vincenzo Morello), Lorenzo Calogero, Gaetano Cingari.
  2. La segreteria del Premio ha sede presso il:

Circolo culturale Rhegium Julii

Via Aschenez, 239
(89125) Reggio Calabria.
Tel .348.6937957
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sito: www.rhegiumjulii.it
pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  1. Le dotazioni dei premi saranno di anno in anno stabilite dal Consiglio Direttivo del Circolo Rhegium Julii sulla base delle disponibilità finanziarie rese ufficiali dalle Istituzioni comunali, metropolitane e regionali e da eventuali sponsor di particolare prestigio.
  2. La rosa finale dei cinque autori ammessi a concorrere al Premio annuale saranno definite attraverso le segnalazioni (max 3) trasmesse per via informatica dei componenti della Giuria dei Premi e dal Segretario generale dei Premi, tra le opere pubblicate entro il mese di settembre dell’anno corrente e regolarmente in commercio.

Le opere dell’anno saranno selezionate tra quelle che si sono particolarmente distinte nel panorama culturale italiano ed estero e che sono entrate nelle classifiche vendite pubblicate settimanalmente sui quotidiani nazionali più rappresentativi o elaborate dalle librerie più significative del Paese.

  1. Faranno parte della rosa dei cinque finalisti le opere che hanno ottenuto le maggiori segnalazioni.
  2. A discrezione della giuria potrà essere assegnato un premio speciale per ciascuna sezione all’opera di un autore emergente che abbia trovato il generale consenso della Giuria.
  3. Il giudizio della Giuria è insindacabile.
  4. Gli eventuali premi speciali per la narrativa, saggistica, giornalismo, poesia e studi meridionalistici saranno intitolati rispettivamente a Fortunato Seminara, Mario La Cava, Antonio Altomonte, Alba Florio e Pasquino Crupi.
  5. Gli editori o gli autori selezionati sono tenuti ad inviare alla segreteria del Premio 10 copie dell’opere prescelte e far pervenire una copia delle stesse a tutti i componenti della Giuria.
  6. I vincitori del Premio sono tenuti a comunicare l’accettazione del premio e la loro presenza alla cerimonia di consegna con congruo anticipo, pena l’esclusione dalla rosa dei vincitori.
  7. Nel caso di opere pubblicate con uno pseudonimo è resa obbligatoria una dichiarazione scritta in cui sia indicato il nome dell’Autore.
  8. La Giuria, composta da letterati, critici, cultori di lettere, giornalisti e storici di rilievo nazionale, nonchè il relativo Presidente saranno nominati ogni anno dal Direttivo del Circolo culturale Rhegium Julii.
  9. Tutti i componenti della Giuria durano in carica un anno e sono riconfermabili.
  10. L’accettazione della funzione di Presidente e componente della Giuria implica la partecipazione agli eventi celebrativi previsti nel programma e la disponibilità ad intervenire ad altre iniziative da realizzare nel corso dell’anno.
  11. La Segreteria generale dei Premi è affidata al Presidente del Circolo organizzatore.
  12. Il Circolo culturale Rhegium Julii, si riserva di assegnare ogni anno il Premio internazionale “Città dello Stretto” ad una personalità di massimo rilievo culturale internazionale scelta tra letterati, poeti e cultori di lettere di tutto il mondo.
  13. La dotazione del Premio internazionale è fissata in 5.000 euro oltre gli oneri di viaggio ed ospitalità. Tale ammontare può essere modificata annualmente con delibera del Direttivo del Circolo Rhegium Julii.
  14. L’assegnatario del riconoscimento dovrà assicurare la sua presenza secondo il programma prestabilito e sarà ospite delle Università di Reggio e di Messina dove terrà per l’occasione una lectio magistralis.

 

Carlo Lucarelli per la narrativa, Luciano Canfora per la saggistica, Paolo Valesio per la poesia, Saverio Ricci per gli studi meridionalistici, sono i vincitori della cinquantesima edizione del Premio Rhegium Julii. Il grande poeta ADONIS (esule siriano a Parigi, più volte candidato al premio Nobel per la letteratura), è il vincitore del premio "Città dello Stretto".

  • Anno 2009
    Leda Melluso, con il volume La ragazza dal volto d'ombra (Piemme);
    Vincitori Ex Aequo
    - Gioacchino Criaco, con il volume Anime Nere (Rubbettino)
    - Gabriele Pedullà, con il volume Lo spagnolo senza sforzo (Einaudi)
    Anno 2008
    Paolo Giordano, con il volume "La solitudine dei numeri primi";
  • Anno 2007
    Gabriele Cremonini, con il volume Sputasangue (Pendagron);
  • Anno 2006
    Hamid Zarati, con il volume Salam, Maman (Einaudi);
  • Anno 2005
    Franco Bernini, con il volume La prima volta (Einaudi);
  • Anno 2004
    Mario Cavatore, con il volume Il Seminatore (Einaudi);
  • Anno 2003
    Gianrico Carofiglio, con il volume Testimone inconsapevole (Sellerio);
  • Anno 2002
    Giorgio Todde, con il volume Lo stato delle anime (Frassinelli);
  • Anno 2001
    Sebastiano Mondadori, con il volume Gli anni incompiuti (Marsilio);
  • Anno 2000
    Younis Taufik, con il volume La straniera (Bompiani);
  • Anno 1999
    Nicola Lecca, con il volume Concerti senza orchestra (Marsilo);
  • Anno 1998
    Giosuè Calaciura, con il volume Malacarne (Baldini & Castoldi);
  • Anno 1997
    Fabrizio Rondolino, con il volume Un così bel posto (Rizzoli).