fbpx
  • Premio Inedito 2022 Rhegium Julii
  • Incontro con la scrittrice Nadia Crucitti

    Incontro con la scrittrice Nadia Crucitti

  • Incontro con l'astrofisico Amedeo Balbi

    Incontro con l'astrofisico Amedeo Balbi

  • Incontro con Direttore  del quotidiano la Gazzetta del Sud, Alessandro Notarstefano

    Incontro con il Direttore del quotidiano la Gazzetta del Sud, Alessandro Notarstefano

  • Aurelio Musi storico

    Caffè letterari 2022: Incontro con lo storico Aurelio Musi

  • Annalisa Cuzzocrea giornalista, Rhegium Julii

    La giornalista Annalisa Cuzzocrea secondo ospite dei caffè letterari del Rhegium Julii 2022

  • Aldo Nove

    Aldo Nove, poeta e scrittore, primo ospite Caffè letterari 2022

  • Caffe letterari 2022
  • A las siete de la tarde
  • Incontro con l'autore Giuseppe Bova

    Logos: Incontro con l'autore Giuseppe Bova

  • Incontro con l'autore Natale Pace

    Logos : Incontro con l'autore Natale Pace

  • Incontro con l'autore Michele Caccamo

    Incontro con l'autore Michele Caccamo

  • Pierluigi Vercesi

    Giornata Mondiale della Poesia 2022: Incontro con l'autore Pierluigi Vercesi

  • Premio Inedito Header
  • Premi Nazionali Rheghium Julii 2020/2021

    Premi Rheghium Julii 2020/2021: Giuseppe Aloe (Premio Corrado Alvaro per la narrativa) 

 

Il 23 aprile prossimo, alle ore 16.45, presso l'Aula Magna del Dipartimento di Scienze giuridiche di via Tommaso Campanella, il Circolo Rhegium Julii, in collaborazione con il DiGies e la Deputazione di Storia Patria per la Calabria, festeggerà la GIORNATA MONDIALE DEL LIBRO indetta dall'UNESCO con la presentazione del libro di un giornalista che sta riscuotendo notevole successo di critica.

Parliamo di Mimmo Nunnari, già Direttore di RAI 3,che in questi giorni ha vinto il Premio Costa Smeralda 2019 con il suo ultimo libro: Destino mediterraneo, edizioni Rubbettino.

Dopo i saluti del rappresentante del Circolo Mario Musolino e del Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università Mediterranea Prof. Massimiliano Ferrara, precederanno l'intervento dell'autore due specifiche relazioni: la prima dello storico Prof. Pino Caridi, la seconda  dell'ing. Franco Costantino, analista e profondo conoscitore della realtà calabrese e mediterranea.

Il Mediterraneo ha sempre affascinato per le storie millenarie di civiltà tramandate da popoli che hanno scandito l'evolversi della presenza dell'uomo. Teatro di viaggi avventurosi, di grandi battaglie navali, di religioni e conflitti sanguinosi, il Mediterraneo è anche il mare dove è nata la cultura, la filosofia, la letteratura, la matematica, le scienze: in una parola il mare della creatività e della rigenerazione.

Nonostante le enormi contraddizioni e gli esodi epocali, la guerra sempre latente per la presenza di focolai di estremismo e radicalizzazione sempre più estremi, il Mediterraneo è il luogo dove ciascuno può riconoscere e riscoprire  la propria identità.

Un patrimonio di culture che arricchisce, ma presenta molte incognite per il prevalere di egoismi, statalismi e forma di personalizzazione del potere che travalicano le stesse esigenze del buon vivere civile.

In un mondo che naviga senza bussola, smarrito e impaurito, il Mediterraneo conserva tuttavia punti di riferimento sempre essenziali che possono aprire nuovi scenari di salvezza.

L'autore che ne ha approfondito tutti gli aspetti storici e culturali ci spiegherà perchè.

Il Circolo Rhegium Julii cogliendo la splendida occasione offerta dall'Unesco ha voluto ricordare con la sua locandina una splendida tradizione spagnola che vede l'uomo donare alla sua donna un libro ed una rosa.