fbpx
Caffè letterari: Incontro con l'autore Roberto Napoletano
Caffè letterari 2019: Incontro con l'autrice Mariolina Venezia
Caffe' letterari 2019: Incontro con l'autore Giorgio Martino
Caffe' letterari 2019: Incontro con l'autore Mimmo Nunnari
Caffè letterari 'Rhegium Juli' 2019
Il Circolo 'Rhegium Julii' riceve il Premio San Giorgio d'Oro 2019
Premio Cultura Giovani 2019
Giornata mondiale della poesia 2019 - Lectio Magistralis del Poeta Dante Maffia
Premi Rhegium Julii 2018 - 50 anni di storia: Adonis vincitore del premio ''Città dello Stretto''
Premi Rhegium Julii 2018 - 50 anni di storia: Luciano Canfora premio saggistica
Premi Rhegium Julii 2018 - 50 anni di storia: Carlo Lucarelli premio narrativa
Premi Rhegium Julii 2018 - 50 anni di storia: Paolo Valesio premio poesia
Premi Rhegium Julii 2018 - 50 anni di storia: Saverio Ricci premio studi meridionalistici
Incontro con l'autore Luca Desiato
Caffè letterari 2018 - Best moment
Premio Inedito Rhegium Julii 2018
Caffè Letterari 2018: Otello Profazio presenta 'La storia - Ballata consolatoria del popolo rosso'
Caffè Letterari 2018: Nuccio Ordine presenta ''Classici per la vita''
Caffè Letterari 2018: Gianfranco Bertone presenta ''Dietro le quinte dell'universo''
Caffè Letterari 2018: Francesco Magris presenta ''Libertà totalitaria''
Caffè Letterari 2018: Incontro con il giornalista RAI Marino Bartoletti
Caffè Letterari 2018: Gioacchino Criaco presenta il suo ultimo romanzo ''Le maligredi''
Caffè Letterari 2018: Matteo Marani presenta il suo libro dallo Scudetto ad Auschwitz
Premio Cultura Giovani 2018
Premio Cultura Giovani 2018
Incontro con lo scrittore Giorgio Montefoschi
Il Poeta Corrado Calabrò ospite d'onore alla Giornata mondiale della Poesia - Unesco 2018
Incontro con il Poeta Corrado Calabrò
Il Presidente Giorgio Napolitano con i dirigenti del Rhegium Julii
Il Presidente Giorgio Napolitano con il Presidente del Rhegium Julii
Il Presidente Oscar Luigi Scalfaro con il poeta Corrado Calabrò
La poetessa Alda Merini
Incontro con Roberto Vecchioni
Incontro con lo scrittore Gabriele Cremonini
La conduttrice della Rai Livia Azzariti con il Presidente RJ Giuseppe Casile
Caffè Letterari
Lo scrittore Paolo Giordano al Premio Fortunato Seminara
Il Presidente Sandro Pertini con i dirigenti del Rhegium Julii
Il premio Nobel Iosif Brodskij con il giornalista Rai Demetrio Volcic
Cattedra di poesia con il poeta Yves Bonnefoy
Caffè letterari con il Giornalista Rai Vincenzo Mollica
Incontro con lo scrittore Khaled Fouad Allam

 

Martedì prossimo, presso la sede sociale, alle ore 17.30, si terrà una interessante conversazione a più voci tra il professore e filosofo Gianfranco Cordì e l'economista Antonino Gatto sul tema La globalizzazione del mondo contemporaneo.

 L'iniziativa, introdotta da Pino Bova, ha lo scopo di approfondire sotto tutti gli aspetti un tema che , se per molti versi ha consegnato a tanti Paesi una importante occasione di sviluppo e modernizzazione, per altro verso ha accresciuto le diseguaglianze regionali e  alimentato una forte sperequazione nella distribuzione delle risorse al punto che sembrano concentrarsi in poche mani le ricchezze del pianeta e ampliarsi le fasce di povertà.

Negli ultimi 10 anni , infatti mentre il PML (prodotto mondiale lordo) è raddoppiato, mentre il commercio mondiale è triplicato, mentre la domanda di energia quadruplica ogni 4 anni e i prodotti alimentari sono talmente tanti che potrebbero sfamare ben 12 miliardi di persone con razione pari a 2700 calorie cadauna, i quattro cavalieri dell'apocalisse che rispondono al nome di sottosviluppo, fame, sete e guerre (con le epidemie), distruggono ogni anno più uomini e donne di quanto non abbia fatto la seconda guerra mondiale (55 mln in sei anni).

Ogni giorno 100 mila esseri umani muoiono per fame. Ogni 7 secondi un bambino muore per fame ed altri sotto i 5 anni denunciano conseguenze gravi per tutta la vita.

Un dato registrato dalle Nazioni Unite ci dice, oggi che le persone sottoalimentate, con un regime alimentare inferiore alle 300 calorie rispetto alla soglia di sopravvivenza, raggiungono ormai il miliardo. A ciò vanno aggiunte oltre 500.000 persone morte ogni anno di febbre nera, 6 mln per tubercolosi, 300 mila per la malattia del sonno. Inoltre due persone al minuto scompaiono per paludismo, senza contare l'AIDS, il virus ebola, il tifo, il colera, la malaria, la mosca tsè tsè.

E bisogna anche sapere che su ogni 223 persone nate mediamente 173 vengono alla luce nei Paesi del terzo mondo.

Le domande che c'interpellano sono piuttosto imbarazzanti:

  • perchè i Paesi occidentali non preparano una più giusta ed equilibrata distribuzione delle risorse tra i popoli?
  • Perchè consentono l'accumulo di ricchezze stratosferiche nelle mani di pochi a danno dell'impoverimento dei Paesi più deboli?

La globalizzazione, ossia la privatizzazione del mondo, con le strategie d'investimento dei signori del capitale, con le speculazioni monetarie e le alleanze politiche, sono la strada giusta per rispondere alle domande di giustizia sociale?

E' questa la domanda capitale e difficile (visti gli interessi in gioco) cui dovrà rispondere la serata di martedì.